Posts Tagged ‘Milano’

In occasione del Natale, torna la bambina più amata/ “odiata” del web. E’ la piccola dello spot Buondì. Proprio quella che chiedeva una “colazione leggera, ma al tempo stesso invitante”. Come dimenticarsi l’asteroide che colpisce la mamma della bimba, poi il papà e poi il postino?

Ora Sofia, 10 anni, sarà la guest star di uno spot che promuove il panettone. Cosa chiede? “Un videoclip pieno di sentimenti autentici che possa coniugare santo buonismo natalizio con…”. E, dato che a Natale siamo tutti più buoni, questa volta niente asteroidi in vista…

Apre il 6 Novembre nuovo quartier generale di Amazon,.in viale Monte Grappa, a due passi dai grattacieli di Porta Nuova. Una facciata a vetri che si sposa con molti degli edifici già presenti in zona, uffici luminosi, piazze interne, terrazze panoramiche, aree per lo svago, zone per cucinare, punti di ricarica per le auto elettriche, 200 metri quadrati di pannelli fotovoltaici sul tetto, luci che si accendono da sole e chi più ne ha più ne metta.

Qui lavoreranno gli oltre 400 dipendenti corporate dell’azienda che fino a ieri avevano gli uffici in via Ferrante Aporti, dietro la stazione Centrale: è qui, in questo quartier generale di 17.500 metri quadrati, che si decideranno le strategie per l’Itala. L’edificio può ospitare fino a 1.100 dipendenti: assunzioni in arrivo, dunque. La nuova sede è il frutto del restauro di uno dei centri direzionali più rappresentativi di Milano degli anni Settanta, simbolo per decenni della Maire Tecnimont.

Quante volte, vedendo un comportamento maleducato da parte di qualche ragazzo, magari studente, si è sentito affermare con disappunto da qualcuno che «dovrebbe andare a zappare la terra?». Soluzione presa alla lettera da un preside di Milano, Domenico Balbi, dirigente scolastico dell’Itsos Albe Steiner, scuola a indirizzo dello spettacolo, che gli studenti indisciplinati a zappare ce li manda, ma per davvero.

Il metodo educativo del preside prevede patti chiari, dichiarati sin da subito, con intervento abbastanza scioccante per studenti e genitori il primo giorno di scuola. «Le sospensioni, e le multe, in questo istituto equivalgono all’andare a zappare».

Il Filodrammatici di Milano è il primo teatro in Italia ad adottare il biglietto a prezzo dinamico. Il costo dei biglietti sarà calcolato in base a decine di fattori: orario e anticipo con cui si acquista il ticket, condizioni meteorologiche, popolarità degli artisti, opinioni espresse sui social. La forbice va dai 10 ai 22 euro.

Il nuovo sistema di dynamic ticket pricing, elaborato dalla società Dynamitick, varrà per l’acquisto dei biglietti online a partire dalla prossima stagione, gli acquisti partono, secondo questa modalità dal 27 giugno.

Da New York a Hong Kong in contemporanea, passando anche per Milano, è infuriata la battaglia “piumata”, senza esclusioni di colpi… di cuscino. Si tratta dell’ottava edizione dell’International Pillow Fight Day, il flash-mob più internazionale e coinvolgente che ci sia.

Un’iniziativa dal successo globale che ha coinvolto giovani in pigiama o con costumi improbabili, e non solo. In mano un’unica arma, il cuscino appunto, per ingaggiare una divertente lotta pubblica. Il campo di battaglia dell’evento milanese è stato, paradossalmente, l’Arco della Pace.

“Dobbiamo trovare oggi un nuovo modo di vestire che faccia dire alla gente, tra quarant’anni, ‘allora ci si vestiva così'”. E’ la notazione che Giorgio Armani consegna a fine sfilata, nel terzo giorno di Milano Moda Donna, a conclusione della passerella di Emporio Armani. “Serve una formula di vestire nuova” afferma lo stilista, che spiega di essere consapevole che si tratta pur sempre di “una scelta rischiosa perché puoi decidere di fare una collezione troppo avantgarde o troppo giovane, per un pubblico che non ha tutto questo potere di acquisto”.

Ma “io vedo che non c’è una moda di ‘adesso’, nulla che identifichi il tempo in cui viviamo. È tutto un riportare a galla il passato. Che è anche bellissimo, ma questa è la ricerca da fare: qual è il modo di vestire di adesso?”. L’invito è a “essere più inventivi e determinati, dobbiamo rischiare di più”.

La grande mostra di Palazzo Reale a Milano vede protagonista Pietro Paolo Rubens (Siegen 1577 – Anversa 1640), la più significativa esposizione mai realizzata in Italia che ha il pregio di presentarlo con una nuova ed illuminante visione che svela il profondo legame che ha unito il padre della pittura barocca all’Italia, attraverso un continuo confronto tra i dipinti di Rubens e quelli dei pittori del Cinquecento e del Barocco italiano.

Rubens, artista famoso e di centrale importanza per la storia dell’arte europea, ma ancora poco conosciuto in Italia, spesso considerato frettolosamente nella schiera dei “pittori fiamminghi”, nonostante il suo importantissimo soggiorno nella penisola, dal 1600 al 1608, lascia un segno indelebile che rimarrà vitale in tutta la sua vasta produzione artistica. In lui i sogni del passato diventano realtà.

Una nuova specie di negozio. Meglio: “la più avanzata al mondo tecnologicamente”, come la definisce Amazon tanto per volar basso. Ma in effetti lo è, dato che è priva delle casse: si entra, si sceglie quel che si vuole, si esce. Punto. Dopo le librerie, è l’ultima trovata di Jeff Bezos e della sua multinazionale da 107 miliardi di dollari l’anno. Poco meno di 160 metri quadrati dove offrire una buona scelta di prodotti senza avere dimensioni tali che ne impedirebbero l’apertura nei centri delle città.

Una combinazione di prodotti locali e globali per la colazione, il pranzo o la cena, assieme a pasti preparati al momento. E, come dicevamo, senza casse né file. Nel primo dei duemila negozi Amazon Go previsti, l’inaugurazione a inizio anno a Seattle, basterà toccare l’app sullo schermo dello smartphone per avere il codice a barre (qr code, ad esser precisi) che ci identifica.

mappa_liceiIn testa ci sono le scuole pubbliche e quasi dappertutto i licei storici. Quelli i cui nomi restano in testa, quelli i cui ex alunni continuano a frequentarsi, quelli dei “derby” tradizionali tra gli istituti più famosi, come a Roma tra il Tasso e il Mamiani, o a Milano tra il Parini e il Berchet. Anche se, ancora una volta, nella classifica della Fondazione Agnelli tra le scuole superiori migliori d’Italia, il primato in Lombardia spetta ad un liceo paritario e cattolico, il Sacro Cuore.

Come ogni anno dal 2014, la Fondazione Agnelli con il portale Eduscopio ha passato al setaccio le scuole superiori di tutta Italia (classici, scientifici, linguistici, artistici e tecnici) selezionandole in base ai risultati universitari degli studenti. Ma anche puntando l’obiettivo sul lavoro, con una seconda classifica che ha calcolato le percentuali di occupazione dei ragazzi usciti dai professionali e da alcuni tecnici e approdati direttamente nel mondo del lavoro.

«Se la gente sapesse davvero chi vende decine di migliaia di biglietti alle società di bagarinaggio online, verrebbe fuori un casino». Detto, fatto. Il nuovo capitolo — meglio una valanga — sullo scandalo dei biglietti dei concerti a prezzi decuplicati lo scrivono Le iene.

ticketone

Nella puntata in onda martedì sera Matteo Viviani ha ricostruito l’itinerario che porta un biglietto da 50 a 1.050 euro, grazie alla testimonianza di una ragazza (a volto coperto) che lavora per una di queste società e grazie a decine di documenti, fatture e contratti (inviati da una fonte anonima) che mettono in luce il filo che lega importanti società di organizzazione di eventi e uno dei più grandi siti di bagarinaggio.

Dopo 11 Comuni della Brianza, anche Milano potrebbe sperimentare l’apertura degli asili di sera. L’iniziativa, con tempi e costi ancora da valutare, permetterebbe alle coppie di poter usufruire di un servizio utile senza dover ricorrere alle baby-sitter.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Si tratta di garantire una volta al mese un’uscita il venerdì sera per i genitori. In Brianza il servizio è per i bimbi dai tre mesi ai sei anni al costo di 15 euro.

“Quando nasce un figlio si riprende più o meno presto l’impegno lavorativo, ma spesso servono anni prima di ricominciare ad avere una vita sociale autonoma”, spiega a La Repubblica Anita Pirovano, la consigliera comunale di Sinistra x Milano che ha lanciato la proposta.

Il rumore del traffico stradale è diventato ormai un compagno tanto sgradito quanto inseparabile delle nostre giornate, specie di chi vive nelle grandi città. Tuttavia, in alcuni casi l’inquinamento acustico sta addirittura superando la soglia dei 90 decibel (dB), il limite fissato dall’Organizzazione mondiale della sanità per evitare danni all’udito.

traffico

A rivelarlo è una ricerca realizzata da Amplifon in occasione dellaEuropean Mobility Week, in corso dal 16 al 22 settembre, che ha misurato il livello dei decibel nelle strade di 20 città italiane.

Undicimila tra milanesi e turisti hanno visitato i musei civici in occasione dell’iniziativa “Domenica al Museo” (realizzata dal Ministero dei Beni culturali e delle attività per il turismo) a cui il Comune ha partecipato con le proprie strutture aprendole gratuitamente.

castello sforzesco milano

“Anche nel mese in cui la città tradizionalmente si svuota per le vacanze estive – afferma Filippo del Corno, assessore alla Cultura – Milano conferma la sua vocazione museale e turistica attirando nel suoi musei civici turisti da ogni parte del mondo e cittadini milanesi”.

ciclovieDa Torino a Venezia, da Verona a Firenze, da Caposele nell’Avellinese a Santa Maria di Leuca a Lecce. Niente aria condizionata, niente pedaggi autostradali, niente soste in autogrill ma vento nei capelli in sella a una bicicletta. Nasce oggi il sistema delle ciclovie turistiche nazionali. A firmare i protocolli d’intesa per la progettazione e la realizzazione dei primi percorsi previsti dalla Stabilità il ministro dei Beni Culturali e del Turismo Dario Franceschini, il ministro dei Trasporti Graziano Delrio, i governatori Roberto Maroni e Luca Zaia e i rappresentanti delle 8 regioni coinvolte.

 Al sistema delle ciclovie, che è stato inserito nella legge di Stabilità 2016 con priorità sui 4 percorsi Ciclovia del Ven-To, del Sole, dell’Acquedotto Pugliese e del Grab – Grande Raccordo Anulare delle Biciclette, sono stati assegnati per il triennio 91 milioni di euro (17 nel 206, 37 nel 2017, 37 nel 2018).