Posts Tagged ‘BBC’

Antartide, rischio distacco maxi iceberg

Posted: 7th Gennaio 2017 by Giovanna in Press News
Tags: , ,

Un maxi-iceberg, al momento annoverato come uno dei dieci più grandi mai registrato, con un’area pari a quella della Liguria, è pronto al distacco dall’Antartide. A lanciare l’allarme sono alcuni ricercatori, come riporta la Bbc, alla luce del progressivo ampliamento della spaccatura in corso sulla piattaforma di ghiaccio Larsen C.

La profondità della spaccatura è stimata di circa mezzo chilometro. Dai dati raccolti dai ricercatori il maxi-iceberg ha registrato a dicembre un grosso scollamento e pare che a trattenere il gigante di ghiaccio grande circa 5 mila km quadrati sia una striscia di 20 km di ghiaccio. I ricercatori dell’Università di Swansea, dicono che la perdita di un iceberg pari di un quarto delle dimensioni del Galles lascerà l’intero habitat glaciale più vulnerabile.

Nell’era del politically correct, i maiali non devono più temere la mannaia del macellaio, ma quella ben più affilata della censura. A partire dai suini che esistono solo nella fantasia, come Peppa Pig. Il famoso cartone animato tanto amato dai bambini, spiega BBC News, è finito infatti nel mirino della comunità islamica dell’Australia, che ha annunciato in questi giorni la creazione di un nuovo cartoon alternativo a quello della famiglia di maialini.

L’idea sarebbe quella di trovare una storia che parli invece di giovani musulmani. Il compito sarebbe stato affidato alla casa di produzione One4Kids, di stanza a Sidney: il nuovo prodotto dovrebbe raccontare le vicende della famiglia di Abdullah, residente in una città a maggioranza musulmana, con un imam fra i protagonisti.

Astronauta sbaglia numero di telefono dallo spazio

Posted: 28th Dicembre 2015 by Giovanna in Press News
Tags: , ,

Timothy_Peake,_official_portraitCapita di sbagliare numero di telefono, ma è più insolito che ciò avvenga mentre ci si trova nello spazio. L’astronauta britannico Tim Peake, nel giorno di Natale, ha chiamato per errore – riferisce la BBC – un’ignota signora dalla Stazione Spaziale Internazionale, esordendo nella conversazione con uno scherzoso “Parlo con il Pianeta Terra?”.

Poi si è accorto dell’equivoco, la sconosciuta ha riattaccato e Tim Peake, contrito, si è scusato su twitter, spiegando che non voleva fare una burla, ma che aveva digitato un numero sbagliato.

bimba sirianaL’orrore della guerra può essere esemplificato in un questo toccante scatto del 2014 del fotografo Osman Sagırlı, in cui una bimba siriana di 4 anni alza le mani in segno di resa dopo aver scambiato l’obiettivo della macchina fotografica per un’arma. Lo scatto è stato da poco pubblicato via Twitter dalla fotogiornalista Nadia O. AbuShaban e ça va sans dire ha commosso il web diventando virale in Rete.

“Hudea, che è il nome della protagonista dello scatto, è arrivata lo scorso dicembre nel campo profughi di Atmeh, vicino al confine tra la Siria e la Turchia”, ha raccontato alla Bbc Sagirli aggiungendo: “Quel giorno stavo utilizzando un teleobiettivo e la bimba ha pensato che fosse un’arma.

Malala-YousafzaiA 17 anni, Malala Yousafazi è la più giovane vincitrice di un premio Nobel per la Pace. L’attivista pakistana per i diritti delle donne e’ assurta a fama mondiale dopo l’attentato che subì il 9 ottobre 2012, quando fu ferita alla testa e al collo da due militanti di Tehrik-i-Taliban che le spararono mentre rientrava a casa in autobus.

L’agguato fu una punizione per gli articoli scritti su un blog per la Bbc, firmati con lo pseudonimo di Gul Makai, in cui Malala raccontava i soprusi subiti dalle popolazioni della valle dello Swat tra il 2003 e il 2009, sotto i talebani, compreso il divieto all’istruzione per le donne.

toilette sochiBufera su Twitter per la foto di un’originale toilette a due piazze in uno degli impianti olimpici di Sochi.

A pubblicarla è stato il corrispondente della Bbc a Mosca Steve Rosenberg. Scattata nel bagno maschile del Centro per il biathlon della cittadina sul Mar Nero che dal 7 febbraio ospiterà le Olimpiadi, è stata ritwittata anche dal leader d’opposizione Alexei Navalny, che si è chiesto come siano stati spesi i 50 miliardi di dollari che si dice siano costati i primi giochi invernali in Russia.

L’immagine ha causato incredulità, ilarità e le inevitabili battute sul recente dibattito sui diritti dei gay in Russia.

È capitato un po’ a tutti quelli che frequentano Facebook: un amico scrive che gli è morto il cane e qualcuno, per solidarizzare, seleziona il pulsante “mi piace”. È chiaro che c’è qualcosa che non va, e sono tante le circostanze in cui occorrerebbe un’espressione alternativa, per esempio “sono solidale”, “ti sono vicino” o altre ancora.

i like

A quanto pare, ci ha pensato anche Facebook, che avrebbe già immaginato un pulsante “sympathise”. Se lo traducessimo in italiano come “simpatizzo”, probabilmente il verbo perderebbe il suo peso semantico originario. Letteralmente, la simpatia esprime la capacità di soffrire con e per una persona.

La droga si vende su Instagram

Posted: 8th Novembre 2013 by Giovanna in Cronaca
Tags: , , ,

Non si può dire che agli spacciatori manchi la fantasia o che non sappiano sfruttare al meglio le nuove tecnologie per incrementare il loro giro di affari. L’ultima scoperta è stata rivelata dalla Bbc che ha riportato come molti utilizzino Instagram per smerciare sostanze stupefacenti.

Ecstasy

Il metodo è semplice: gli spacciatori scattano una foto o girano un breve video della loro merce e la “contrassegnano” con alcuni hashtag ad hoc, così che gli acquirenti possano trovarla più facilmente. La contrattazione e gli accordi vengono poi presi utilizzando applicazioni come Whatsapp o Messenger.

Censurate “Anno Domini” o “Avanti Cristo” in TV

Posted: 11th Novembre 2011 by Giovanna in Press News
Tags:

Sulla televisione pubblica britannica BBC non si potrà più dire “Anno Domini” nè “Avanti Cristo”. Le due diciture utilizzate da oltre 2000 anni sono state messe al bando per evitare di offendere la sensibilità del pubblico non cristiano, specialmente i musulmani.

D’ora in avanti il canale inglese userà le espressioni “Common Era” (Era Comune) e “Before Common Era” (Prima dell’Era Comune).