Archive for giugno, 2017

Dopo la mappa metropolitana delle abitazioni dei vip e della “Milano da bere”, arriva anche quella delle antiche vie dell’Impero Romano. Ad immaginare un percorso che si irradia da Roma e collega il Mediterraneo all’Europa è stato un giovane cartografo delle mappe, il russo Alexander “Sasha” Trubetskoy, che ha pubblicato la creativa rivisitazione delle “viae romanae maiores” sul suo sito.

Trubetskoy ha spiegato che prima di arrivare a realizzare la sua mappa metropolitana ha impiegato diverso tempo. Il cartografo, infatti, ha dovuto fare ricorso a diverse fonti: il modello “Orbis” teorizzato dall’Università di Stanford, il “Progetto Pelagios” e l'”Itinerario Antonino”.

Nella moderna New York, un ragazzo di nome Jake è tormentato da strani sogni e visioni che lo costringono a rivolgersi a uno psichiatra. Le principali immagini visualizzate dal ragazzo, tra le varie poi disegnate anche su carta, sono quelle di un pistolero, di una torre nera e di un uomo in nero, oltre che di molta gente morta.

Un week end al mare, ma in città: un paradosso? Assolutamente no tanto che c’è chi si è preoccupato di stilare una classifica delle delle 100 migliori città in Europa che vedono l’Italia primeggiare con ben venti spiagge italiane segnalate, di cui una al secondo posto e quattro nella top ten.

Per realizzare la classifica, GoEuro ha preso in esame 1000 città europee sul mare, ciascuna delle quali è stata valutata secondo i seguenti parametri: tipo di spiaggia; temperature medie, atmosferica e dell’acqua, in estate; offerta di sport acquatici; vita notturna; accessibilità con i mezzi di trasporto.

Cinque studenti di medicina, decisi a svelare i misteri della morte e dell’aldilà mediante un esperimento avventato, vivono in prima persona un’angosciante esperienza di premorte.

Riuniti in un laboratorio del seminterrato della facoltà, i ragazzi a turno si stendono sul lettino lasciando che gli altri gli fermino il cuore; anche i più scettici tra loro assistono e riconoscono gli effetti del “risveglio” sulle funzioni cerebrali, oltre alle potenzialità della scoperta scientifica.

Tornano i lustrascarpe a Palermo: l’antico mestiere riprende vita sulle strade della città e diventa rock. Il progetto, nato da un’idea del presidente provinciale di Confartigianato, Nunzio Reina, ha permesso la nascita della cooperativa “ShoeShine 2.0”, di cui fanno già parte diversi lustrascarpe e che potrà essere aperta a nuovi iscritti.

Sono stati selezionati tra centinaia di candidati e poi seguiti passo dopo passo da un esperto del settore, lo storico calzolaio di via Marchese di Villabianca, Piero Caccamo.

Il Filodrammatici di Milano è il primo teatro in Italia ad adottare il biglietto a prezzo dinamico. Il costo dei biglietti sarà calcolato in base a decine di fattori: orario e anticipo con cui si acquista il ticket, condizioni meteorologiche, popolarità degli artisti, opinioni espresse sui social. La forbice va dai 10 ai 22 euro.

Il nuovo sistema di dynamic ticket pricing, elaborato dalla società Dynamitick, varrà per l’acquisto dei biglietti online a partire dalla prossima stagione, gli acquisti partono, secondo questa modalità dal 27 giugno.

Diablo III: Il Negromante

Posted: 18th giugno 2017 by eXpLoIt in Diablo III, Games
Tags: ,

Un orologio che comunica attraverso l’alfabeto Braille per facilitare la vita agli oltre 285 milioni di non vedenti nel mondo. Questa la missione del sudcoreano Eric Juyoon Kim che, con il progetto realizzato grazie alla sua startup Dot, si è guadagnato una citazione nella classifica dei Trenta Under 30 asiatici da tenere d’occhio secondo Forbes.

Ma, soprattutto, ha fornito ai ciechi uno strumento efficace per “leggere” i messaggi, le notizie, controllare l’ora e navigare su Google Maps in assoluta privacy. Dopo tre anni di lavoro, da marzo l’orologio è in vendita in 14 Paesi dove è arrivato con 140mila pre-ordini. Testimonial speciale, Stevie Wonder, cui Kim ha volute spedire personalmente un Dot Watch che porta il suo nome sul retro della corona.

Ferrero vince la battaglia legale contro Delhaize per la Nutella. La Corte d’appello di Bruxelles ha dato ragione al gruppo di Alba, capovolgendo la sentenza di primo grado, ed ha ordinato al gruppo della grande distribuzione belga di cessare la campagna sulla cioccolata spalmabile certificata «senza olio di palma». Ferrero accusava la campagna della società belga di essere «menzognera, ingannevole, e denigratoria» verso Nutella, che appunto, contiene olio di palma.

La nona camera della Corte d’appello di Bruxelles ha ordinato al gruppo Delhaize di interrompere la sua strategia di comunicazione sul cioccolato «senza olio di palma», pena sanzioni di 25 mila euro a violazione, fino ad un tetto massimo di un milione di euro.

Si tratta di una tra le bevande più bevute al mondo e, quasi sicuramente, una tra le più amate ed apprezzate in tutto il Paese italiano. Da anni la Coca-Cola accompagna i pasti e gli spuntini delle famiglie e proprio questa bevanda alle volte tanto desiderata si ritrova ad essere ritirata da tutti i mercati a causa di una ingiunzione da parte del Ministero della #salute dopo alcune lamentele da parte dei consumatori e dopo, ovviamente, aver appurato quanto accaduto tramite analisi chimiche di laboratorio. Il provvedimento riguarda le bottiglie di #Coca-cola da un litro e mezzo appartenenti al lotto numero L170329863M e con scadenza fissata al ventotto Settembre di questo anno (2017).

La bevanda sottoposta a ritiro risulta essere molto più densa rispetto al normale e presenta tracce di acido fosforico, solfiti e caffeina parecchio più alte rispetto al normale (quindi con valori di gran lunga superiori ai livelli indicati dalle regolamentazioni vigenti). Il presidente Giovanni D’Agata, addetto allo “Sportello dei Diritti” , ha inviato un avviso a tutti gli acquirenti e consumatori del prestigiosissimo marchio Coca-Cola invitandoli a controllare il lotto e la data di scadenza delle bottiglie da un litro e mezzo possedute e di riconsegnarle al punto di vendita in cui sono state acquistate (ovviamente se vi è un riscontro positivo all’allarme lanciato, quindi se le bottiglie appartengono al lotto interessato al ritiro).