Archive for Maggio, 2016

Concorsone, chi ha scritto quelle domande di Storia?

Posted: 31st Maggio 2016 by Giovanna in Press News
Tags:

Fuori i nomi. I nomi di coloro — direttori generali? Docenti universitari? Uscieri? — che si sono inventati le domande scritte di Storia che il 18 maggio scorso sono state rivolte ai concorrenti dell’ormai famoso «concorsone» indetto dal Miur per gli aspiranti docenti nelle scuole della Repubblica.

concorso-docenti-2016

Eccole: 1) il warfare (cioè l’arte della guerra) nel passaggio da età medievale a età moderna; 2) le migrazioni come fondamento delle società umane dal XII al XXI secolo; 3) la national building (sic! in inglese vero si dice «nation building», ma lasciamo perdere) tra ‘800 e ‘900 (spiegare il sistema concettuale e analizzare un caso specifico); 4) l’elezione di Barack Obama e la storia degli afroamericani dal XVIII al XXI secolo; 5) la storia dell’Islam dal VII al XXI secolo; 6) a cosa può servire la disciplina storica per l’orientamento lavorativo degli studenti.

Céline Dion – Encore un soir – [Lyric]

Posted: 30th Maggio 2016 by eXpLoIt in Musica
Tags: ,

I Duran Duran aprono la lunga stagione estiva di concerti in Sicilia domenica 5 giugno al teatro greco di Taormina. L’assessorato regionale allo Spettacolo ha diramato il calendario ufficiale degli eventi che per la prima volta sono coordinati in tutte le aree della Regione e non entreranno in conflitto.

teatro-antico-di-taormina

Tra i nomi eccellenti che si esibiranno in Sicilia ci sono Malika Ayane iPooh, Franco Battiato e Alice, Elio e Le storie tese. E ancora Ludovico Enaudi, Fiorella Mannoia, Vinicio Capossela, Gianna Nannini, Max Gazzè, Anastacia, Eros Ramazzotti, Giovanni Allevi e i Negramaro.

Adele – Send My Love

Posted: 29th Maggio 2016 by eXpLoIt in Musica
Tags: ,

Dopo 62 anni, la Rai manda in pensione le annunciatrici tv. Da giugno le Signorine buonasera, come vennero soprannominate negli anni del primo boom televisivo, spariranno dagli schermi del servizio pubblico. L’addio ai volti (non sempre gli stessi) che per sei decenni hanno introdotto i programmi Rai è il segno dei tempi che cambiano, di quella rivoluzione iniziata negli anni Novanta con il televideo e che ha portato a una tv sempre più interattiva in cui basta un telecomando per controllare i palinsesti.

signorine-buonasera

Dalla capostipite Fulvia Colombo che, il 3 gennaio del 1954, annunciò, da uno studio di Torino, l’inizio delle trasmissioni rai, fino a Elisa Silvestrin, che pronuncerà l’ultimo buonasera la prossima settimana, più di 60 annunciatrici sono entrate ogni giorno nelle case degli italiani dagli anni del miracolo economico ad oggi. . Negli anni Sessanta – l’epoca d’oro della televisione cosiddetta didattica, quella in bianco e nero, con Ettore Bernabei capo supremo – le Signorine buona sera erano famose come le attrici del cinema e degli sceneggiati televisivi di cui annunciavano la visione.

Esino_LarioLa connessione wi-fi funziona? L’ultimo collaudo è avvenuto domenica e sì, è andato tutto bene. Fatto non scontato, a 910 metri di altitudine in una valle chiusa. E quelli che arriveranno all’aeroporto di Orio, chi li va a caricare? Servirà un pulmino, da trovare al più presto. E infine, il concerto rock: siamo sicuri che una banda di smanettoni sempre attaccati al computer abbia piacere di ascoltare musica dal vivo? Esino Lario si prepara all’evento che potrebbe cambiare la sua storia con la stessa meticolosità e solennità con cui si attende lo zio d’America.

Dal 21 al 28 giugno questo micro paese di 760 abitanti ospiterà il raduno mondiale di Wikipedia, uno dei più rivoluzionari fenomeni nati sul web e arriveranno «contributori» (vale a dire coloro che aggiornano e arricchiscono le voci dell’enciclopedia online) dai cinque continenti.

I 20 milioni stanziati nella Legge di Stabilità nazionale per la continuità territoriale andranno equamente divisi tra Sicilia occidentale e orientale. Dieci milioni ciascuno che serviranno ad abbattere del 50% i costi dei biglietti aerei per chi risiede in Sicilia e del 20% per i non residenti.

aeroporto comiso

Sono questi i termini del recente incontro a Roma nella sede del Ministero per le Infrastrutture per definire l’assegnazione dei fondi e l’individuazione delle rotte. L’accordo, fortemente voluto dal parlamentale ibleo Nino Minardo e su cui i partecipanti si sono ritrovati, deve ora essere definito da un protocollo in sede di conferenza di servizi per predisporre il bando di gara.

improntadigitaleappleUn mondo senza password non solo è possibile ma è anche auspicabile: praticamente ogni sito, servizio, app ne richiede una per l’accesso e la pigrizia – talvolta stupidità – umana fa sì che la parola chiave impostata sia anche l’elemento di debolezza più sfruttato dai criminali informatici per rubare dati personali e soldi.

In un futuro in cui la biometria pare la candidata più promettente a sostituire codici e pin anche Apple è della partita, puntando sulle impronte digitali.

In circolazione da anni, è solo con l’arrivo del Touch ID sull’iPhone 5s nel 2013 che i lettori di impronte digitali sono cominciati a diventare un «must» per gli smartphone di fascia alta. Servono a sbloccare i telefoni senza dover ricordare un codice numerico ma anche per scaricare applicazioni ed effettuare micropagamenti.

Abbiamo sempre saputo che sarebbero tornati. Dopo Independence Day, che ha ridefinito il genere della fantascienza, il nuovo capitolo di questa avventura porterà la distruzione globale a livelli inimmaginabili.

Grazie all’utilizzo di tecnologia aliena, le nazioni della terra si sono unite nel creare un programma di protezione globale, ma nulla ci potrà preparare ad un attacco alieno senza precedenti. Solo la genialità di un piccolo gruppo di uomini e donne salverà il mondo dell’estinzione.

DAL 8 SETTEMBRE AL CINEMA

spesacomodaLavoro, scuola, figli e mille altri impegni al giorno: trovare anche un’ora per mettervi nel traffico e andare al supermercato diventa un’impresa titanica. Quante volte avete sognato di mandare qualcuno al vostro posto, che si prendesse anche la briga di portare tutto fino a casa? È il momento di smettere di sognare: la soluzione c’è ed è online. Per scoprirla, basta digitare spesacomoda.it.

L’eco del frigorifero e la dispensa vuota saranno solo un ricordo. Adesso potrete acquistare tutto direttamente collegandovi da un Pc, uno smartphone o un tablet. Spesacomoda è un efficiente servizio di spesa on-line che porterà tutto a casa vostra, nel giorno e nell’orario più adatto alle vostre esigenze.

Un servizio amico delle famiglie ragusane che consentirà di risparmiare molto tempo: così come in un supermercato tradizionale, avrete a disposizione un catalogo di oltre 15 mila prodotti, incluso frutta e verdura, articoli freschi e surgelati. Fare la spesa è semplicissimo, visitate il sito internet www.spesacomoda.it, inserite il Cap della vostra città e accedete al catalogo; selezionate i prodotti, scegliete il giorno e l’ora di consegna che preferite e inviate l’ordine: potrete tracciare e seguire in ogni momento lo stato della vostra spesa.