Archive for marzo, 2015

Sabato 4 aprile il talk “Catania Città delle Donne” con intervento musicale delle Malmaritate e vernissage della mostra fotografica “Catania Città delle Donne”, esposizione che chiude il concorso fotografico lanciato dal magazine “Sicilia in Rosa”, allegato al quotidiano “La Sicilia”.

catania-citta-delle-donne

Mercoledì 8 aprile vernissage della mostra “Chiamateci Streghe”, che ha già riscosso apprezzamenti a Erice e Palermo, con le opere degli artisti dell’Accademia di Belle Arti di Catania. Tre iniziative raccolte nel Progetto “Catania Città delle Donne”, ospitato a Palazzo della Cultura di Catania, per approfondire lo sguardo sull’universo femminile, sul rapporto delle donne con la città e per denunciare ancora una volta la violenza di genere.

ipad_papa_francescoUn iPad appartenuto a Papa Francesco, con tanto di marchio ufficiale del “Servizio Internet Vaticano” e la scritta “Su Santidad Francisco”, sarà messo in vendita il 14 aprile a Montevideo. I fondi ricavati dall’operazione serviranno per finanziare un liceo di Paysandù, piccola località nel nord ovest dell’Uruguay. Secondo la casa d’aste Castells, il tablet potrebbe raggiungere un prezzo di circa 40mila dollari.

Si tratta di un iPad 4 argentato con il cosiddetto display Retina, un dispositivo Apple che permette una maggiore risoluzione, che sul dorso porta le iscrizioni “Su Santidad Francisco”, “Servizio Internet Vaticano” e “marzo 2013” ed è accompagnato da un certificato di autenticità firmato dal segretario particolare del Papa, monsignor Fabian Pedacchio Leaniz.

Hozier – Work Song

Posted: 29th marzo 2015 by eXpLoIt in Musica
Tags: ,

Pochi giorni fa Michael Osborne, professore a Oxford, ha spiegato che tra non molto tempo robot e computer potranno sostituire l’uomo in mansioni di ogni genere. Il docente ha condotto una ricerca negli Stati Uniti, esaminando 702 occupazioni, ed è giunto alla conclusione che il 47% di queste potrebbero essere integralmente condotte dalle intelligenze artificiali entro due decenni.

Paul Walker

E a giudicare dalle recenti novità provenienti da Hollywood, anche l’industria del cinema rischia la contaminazione di questo «golpe» hi-tech. Negli ultimi venti anni gli effetti digitali utilizzati per le produzioni sul grande schermo hanno avvicinato sempre di più le performance di attori in carne e ossa a quelle artificiali.

Un beneficio rinfacciato …

Posted: 28th marzo 2015 by Giovanna in Pensieri & Parole

MATITA CON PUNTA SPEZZATAMATITA CON PUNTA SPEZZATA
… un beneficio
rinfacciato vale
quanto un’offesa …


[…]

J. Cole – G.O.M.D.

Posted: 27th marzo 2015 by eXpLoIt in Musica
Tags: ,

Abiti hi-tech con le stoffe luminose

Posted: 27th marzo 2015 by Giovanna in Tecnologia
Tags:

Abiti hi-tech che brillano grazie all’uso di tessuti luminosi. Potrebbero arrivare presto nel mercato grazie ad uno studio di alcuni ricercatori della Fudan University di Shanghai. Il loro studio, pubblicato sulla rivista Nature Photonics, apre la strada ad una produzione su larga scala di tecnologie indossabili per vestiti sempre più ‘smart’.

stoffe hi-tech

Le nuove fibre luminose, basate su tecnologia Plec (celle elettrochimiche polimeriche ad emissione di luce), sono molto simili ai Led di natura organica (Oled) impiegati nell’illuminazione e negli schermi piatti flessibili. Rispetto a questi dispositivi, però, le fibre Plec hanno una marcia in più: sono in grado di operare sfruttando un voltaggio più basso e sono più efficienti nella conversione degli elettroni in particelle di luce (fotoni).

Uova alla Rossini

Posted: 26th marzo 2015 by Giovanna in Cucina, Secondi

Occorrono due padellini, di cui uno più largo, e in ogni padellino scaldate un poco di burro. Nel padellino più piccolo mettete il paté de fois gras, dopo averlo sbriciolato, che deve ammorbidirsi, scaldarsi, ma non arrivare a friggere.

uova rossiniNell’altro padellino insaporite il burro con un pizzico di noce moscata grattugiata e una spolverata abbondante di curry in polvere (oppure peperoncino rosso, sempre in polvere), poi versate, aprendole direttamente sopra, le uova; appena il bianco incomincia a rapprendersi intorno ai rossi, versate sopra il paté de fois gras, ammorbidito nel burro, e aspettate ancora un minuto o due per terminare la cottura.

Ethan e il suo team affrontano la loro nuova missione impossibile, la più dura finora: eliminare il Sindacato, un’organizzazione criminale internazionale, altamente addestrata come loro e incaricata di distruggere la IMF.

DAL 19 AGOSTO AL CINEMA

L’Apple Watch predice la data di morte

Posted: 25th marzo 2015 by Giovanna in Apple, Tecnologia
Tags:

applewatchSe l’Apple Watch di imminente introduzione sul mercato avrà successo, buona parte del merito sarà delle app disponibili. Che cosa c’è dunque di meglio per far parlare di sé di un’app che predice quanto tempo resta da vivere? Probabilmente nulla, e infatti Life Clock, app realizzata da Reahbstudio, ha già conquistato l’attenzione di tutti.

Life Clock mostra sul quadrante dell’Apple Watch un conto alla rovescia che indica il tempo che ancora rimane: un po’ macabro, se vogliamo, ma i suoi inventori affermano che si tratta di un modo per spronare a trarre il massimo da ogni minuto.

L’app si basa sulle attività eseguite dall’utente per stimare l’aspettativa di vita, togliendo minuti se le attività sono dannose per la salute e aggiungendone se invece sono benefiche. Per esempio, se l’utente è un fumatore, per ogni sigaretta consumata verrà eroso un certo quantitativo di minuti, e il tempo rimanente sarà di conseguenza ridotto; di contro, scegliendo cibi salutari e facendo attività fisica si aggiungeranno minuti alla propria vita.